Quando muore una bestiola che è stata particolarmente cara a qualcuno, questa bestiola va sul Ponte dell'Arcobaleno. Ci sono prati e colline per tutti i nostri amici speciali e là corrono e giocano tutti insieme.
C'è tanto cibo, acqua e sole a volontà e i nostri amici sono al caldo e stanno bene.

Tutti i piccoli che erano malati e vecchi sono tornati ad essere in salute e al pieno delle loro forze.
Quelli che erano feriti o mutilati sono tornati ad essere nuovamente integri e forti, così come li ricordiamo nei nostri sogni di giorni e tempi passati.
Gli animali sono felici e contenti, tranne che per una piccola cosa: gli manca qualcuno di molto speciale, che si sono lasciati alle spalle.

Corrono e giocano insieme, ma viene il giorno in cui uno di loro si ferma improvvisamente e guarda lontano.
I suoi occhi luminosi sono attenti, il suo corpo palpita per l'eccitazione.
Improvvisamente si stacca dal gruppo, inizia a correre sull'erba verde, le sue zampe sembrano volare sul prato.

Ti ha visto. E quando finalmente vi incontrerete, vi stringerete in un abbraccio gioioso per non separarvi mai più. Baci felici pioveranno sul tuo viso, le tue mani carezzeranno nuovamente la testolina amata e potrai finalmente tornare a fissarlo negli occhi, lontani per tanto tempo dalla tua vita ma mai lontani dal tuo cuore.

Allora attraverserete insieme il Ponte dell'Arcobaleno....

Autore Ignoto




FEBBRAIO 1998 Dalla rivista "IL MIO CANE"...
Scrissi a quella rubbrica dopo 4 anni di convivenza con Lucky per testimoniare la soddisfazione di adottare un cane grande che aveva saputo rendermi fiera dell'Amicizia che ci legava...dopo soli 4 anni...





Attraverso i tuoi occhi

Appare tra le sbarre il tuo dolce sorriso
io, muto ad aspettare quale sarà la scelta
ma passi, e l’incertezza adesso è sul tuo viso,
ti osservo tra le gabbie andare via alla svelta.
Il chiasso dei compagni ormai è assordante
ognuno che ti chiama, ognuno spera tanto
che sia il momento giusto, che proprio quel passante
sia giunto a far cessare il suo continuo pianto.
Io invece resto muto, non riesco ad abbaiare,
il cuore batte forte e mentre ti allontani
scompare la speranza e fatico a respirare
perché ad un altro cane tu tendi le tue mani.
Sanguina di nuovo, adesso, il mio cuore,
ricordo l’abbandono e non mi so spiegare
perché colui che ho amato adesso non mi vuole
perché da sto canile non me ne posso andare.
Abbasso gli occhi a terra, ormai non sento niente
comincio a rassegnarmi e la tristezza avanza
son troppi ormai i ricordi che affollano la mente,
da troppo tempo attendo, svanisce la speranza.
Ma ecco, sul mio muso appare la tua mano
davanti alla mia cella , mi guardi e per magia
le sbarre son svanite, tu parli in modo strano,
mi sfiori con dolcezza mentre mi porti via.

…………………………………………………………………………………………………………….....

Ecco dolce amico, una casa hai trovato,
ti guardo con stupore, tu tremi spaventato,
adesso hai degli amici che mai ti lasceranno
mai più in quel canile ti riporteranno.
E’ questa la promessa che noi ora facciamo
puoi starne ben sicuro, perché noi già t’amiamo;
ti ambienti con timore in questo nuovo regno
ma sai che nel mio cuore hai già lasciato il segno.
Avevi già due nomi quando t’ho incontrato
dati da coloro che t’hanno abbandonato
ma io che volevo rompessi col passato
sicura della scelta Lucky t’ho chiamato.

By StarTrader...(2 ottobre 2005)


Il “pane” del cuore

Amico e compagno dei miei tristi giorni
T’ho preso con me chiedendoti amore
Tu in trepida attesa dei miei ritorni
Colmavi quel vuoto che avevo nel cuore.
Ora sei vecchio e le fragili ossa
Faticano molto chiedendo ristoro
Io qui a domandarmi perché tu non possa
Restare con me senza prendere il volo.
Io spesso ti guardo e i tuoi occhi adoranti
Si fondon nei miei e cercan lontano
Un luogo tranquillo sconosciuto ai tanti
Lontano da qui e da questo ‘pantano’.
Qualcuno può chieder di chi sto parlando
Io pronta rispondo:” Chi meglio d’un cane
Consola e guarisce un cuore allo sbando
Lo colma d’amore e gli dona il suo ‘pane’? ”

By StarTrader...(29 ottobre 2005)


Quando lasciarti andare?

Scruto fin dentro ai tuoi occhi,
leggo in fondo al tuo cuore
ma proprio non riesco a capire
quanto sia forte il dolore.
La vita consuma i tuoi giorni
pian piano ti scivola via,
ricordi quei giorni di festa?
Io sempre, con malinconia.
Sui monti e sui prati assolati
correvi felice e gioioso
giocavi con qualche altro cane
e poi tornavi radioso.
Ripenso a quando ti ho preso
il giorno che ti ho incontrato
da dietro le sbarre in canile
i tuoi occhi ho subito amato.
E adesso che sei molto anziano
non posso vederti soffrire,
a volte mi sembri un pò stanco,
e a volte ti vedo reagire.
A volte ti guardo negli occhi,
e leggo stanchezza infinita
mi sembra che in fondo al tuo cuore
vorresti che fosse finita.
A volte consoli il mio pianto,
il tuo sguardo mi sembra parlare:
"Non temere mia piccola amica
non è ancora il momento di andare"
Io m'interrogo stesa al tuo fianco
su quando dovrò lasciarti partire
la mia mano scandisce il respiro
mentre calmo ti guardo dormire.

By StarTrader...(16 maggio 2006)



Solo...un cane...

Languidi occhi colmi d'amore
specchio dell'anima, specchio del cuore

Tutta una vita accanto al mio cuore
asciughi le lacrime, cacci il dolore

Mentre la vita infligge ferite
eccoti qui con dolcezze infinite

Forse ripensi ai vecchi padroni
nel loro ritorno speranze riponi

Ti hanno tradito, ti hanno lasciato
l'amore di un cane hanno gettato

Languidi occhi pieni d'amore
specchio dell'anima, specchio del cuore

Ancora ripenso ai giorni passati
attimi intensi...momenti incantati

Io e te per sentieri e spazi infiniti
profumo di boschi e prati fioriti

Un ago ferisce adesso il mio cuore
ricordo i tuoi occhi...quanto dolore

Volevo che mai fosse finita
ti ho tormentato con flebo di vita

Volevo che ancora restassi al mio fianco
lo so che eri vecchio, lo so che eri stanco

Ma adesso il mio cuore non trova più pace
urla il tuo nome ma tutto qui tace

Cerca i tuoi occhi dolci e profondi
cerca la gioia che sempre diffondi

Cerca il perdono degli ultimi mesi
quando una tenue speranza riaccesi

Quando il tuo sguardo chiedeva riposo
quando guardarti era penoso

Quando le forze ti hanno lasciato
quando anche il cibo ti aveva stufato

Quando cercavi nelle mie cure
la mano affettuosa a cacciare paure

Quando adagiavi il tuo stanco muso
su questo mio petto triste e confuso

Quando i tuoi occhi parlavano al cuore
quando esprimevi tutto il tuo amore

Languidi occhi colmi d'amore
specchio dell'anima, specchio del cuore.

By StarTrader...(19 luglio 2006)



23 Giugno 2006...Non ci sei più ma...vivrai per sempre nel mio cuore...mio grande, unico e sincero Amico !



Torna alla Home